Quarta parte

L’inizio della stagione invernale coincide con uno dei periodi spiritualmente più intensi dell’anno. Il Solstizio d’Inverno, il Santo Natale e le Tredici Notti Sante comprese tra il 24 Dicembre ed il 05 Gennaio, sono permeati da una forte energia spirituale. Il Solstizio d’Inverno è il giorno più buio dell’anno, cioè il giorno che ha il minimo di ore di Luce disponibile. In molte culture e civiltà antiche era un giorno di festa collettiva per onorare l’inizio del nuovo anno e del ciclo vitale della natura. La celebrazione del Natale indica la risalita della Luce sulle Tenebre e, sul piano spirituale, la nascita della Coscienza sulle tenebre dell’inconsapevolezza. In questo giorno l’energia cristica inonda la Terra e permea i cuori e le menti di tutti gli esseri viventi per nutrire il seme dell’amore incondizionato e della conoscenza delle leggi universali.
Le Tredici Notti Sante indicano un cammino spirituale evolutivo dove si ricevono energie cosmiche e informazioni da elaborare durante l’anno successivo. In questo periodo particolarmente sacro, le forze archetipiche discendono in profondità nella Terra e in tutti gli esseri viventi per rilasciare le loro energie vitali, connesse ai diversi aspetti dell’essere umano – fisico, eterico, astrale, spirituale – e alle gerarchie zodiacali, ognuna delle quali favorisce una specifica qualità interiore:

Notte Zodiaco Facoltà interiore

24 Dicembre Pesci Umiltà
25 Dicembre Aquario Accettazione del Destino
26 Dicembre Capricorno Mantenere saldi gli Ideali
27 Dicembre Sagittario Non lasciarsi ingannare dalla materia
28 Dicembre Scorpione Trasformazione dell’Anima
29 30 Dicembre Bilancia Trasformazione del Corpo Vitale
Parte 1 Parte 2
31 Dicembre Vergine Trasformazione del Corpo Fisico
01° Gennaio Leone Coraggio del Sacrificio
02 Gennaio Cancro Creazione dell’Armonia
03 Gennaio Gemelli Amore come atto di libertà
04 Gennaio Toro Contemplazione dello Spirito Santo
05 Gennaio Ariete Entità del Cristo

Meditare ed entrare in contatto con se stessi durante le Tredici Notti Sante facilita la connessione con queste forze, aprendo ampi spazi interiori colmi di messaggi personali utili al proprio cammino evolutivo. Un evento molto intimo e particolare accade durante la notte di Capodanno. Nel minuto tra le 24.00 e lo 00.01 a cavallo del cambio di anno, le Gerarchie Celesti sollevano ancora di più il velo che separa il nostro mondo materiale da quello eterico-spirituale, e accolgono i nostri veri desideri per renderceli durante l’anno nuovo.
Possiamo valorizzare questo breve ma intenso momento di apertura completa con un piccolo rituale, o un momento di silenzio e preghiera. Se si è in gruppo si può accogliere tutti insieme il nuovo anno con un minuto di silenzio, tenendosi per mano e chiudendo gli occhi, lasciando che i nostri desideri arrivino alle gerarchie in ascolto. Gli auguri che doneremo e riceveremo subito dopo saranno carichi di questa potente energia cosmica.

Le Tredici Notti Sante, fonte Centro Kore

Messaggi dalle Guide Spirituali e dagli Angeli Custodi
Matteo Brancati