Astrologia

Astrologia


Recenti studi hanno dimostrato che alcuni antichi templi possono essere considerati dei bio-sintetizzatori astronomici. Conservano iscrizioni, incisioni, indicazioni che spiegano come tutta la natura possieda uno spirito guida connesso alle costellazioni e ai pianeti. La natura ha inoltre un bioritmo che le permette di canalizzare le energie.
Interagisce con gli elementi e crea l’equilibrio dare/avere o la reciprocità cielo/terra/natura.
I simboli dei pianeti e delle costellazioni sulla Porta del Sole a Tiwanaku, monumento fondamentale dell’umanità, rappresentano l’insegnamento di una coltivazione della vita o cosmocultura. Tutte le piante sono collegate al percorso degli astri e al cosmo. Il loro spirito è unito all’universo. Se rispettiamo queste naturali connessioni le piante cresceranno senza ammalarsi e ci doneranno vita e salute.
I pianeti sono direttamente in relazione con le piante, le quali materializzano e metabolizzano i minerali, facendoli assorbire all’organismo. Ogni pianta di per sé è già un medicinale. Alcuni pianeti come Venere, Marte, Mercurio e Giove sono in sintonia, altri quali Saturno, Marte e Sole, si respingono. E’ opportuno non seminare quando un pianeta è avverso. Nell’associare le coltivazioni dobbiamo considerare anche il sincretismo vegetale. Alcune piante apportano azoto, altre con i loro oli essenziali proteggono il coltivo. Alcune si proteggono a vicenda, altre si respingono e muoiono. Conoscerle è fondamentale per un buon raccolto e una sana alimentazione.

Mario Attombri
Cosmocultura, La scienza della vita