Saturno

Saturno


Seconda parte.

I cicli di Saturno forniscono un simbolo particolarmente completo e utile di crescita umana, realizzazione e maturazione.
Tradizionalmente, Saturno è il grande maestro e i suoi transiti – più che quelli di qualunque altro pianeta – specialmente congiunzioni, quadrati e opposizioni esatte ai pianeti natali, sono spesso vissuti come periodi in cui ci vengono insegnate speciali lezioni di vita.
Il primo ciclo di Saturno attraverso la carta natale, durante i primi ventinove anni circa di vita, è basato primariamente su una reazione al condizionamento passato, al karma, alle influenze genitoriali e alle pressioni sociali. Durante quel periodo di vita, la persona è generalmente alquanto inconscia di chi e cosa essa fondamentalmente è. Ma poi, al primo ritorno di Saturno, sembra spesso che un vecchio debito sia saldato e molti vecchi modelli e obblighi karmici sono rimossi abbastanza prontamente. In quel periodo possiamo provare uno stato profondamente complesso di esistenza; infatti c’è simultaneamente un sentimento di inalterabile “limite” nella struttura della propria vita e un sentimento di “libertà” interna che in taluni casi è accompagnato da gioia esilarante e da ispirazione festosa. Il senso di limite sorge dal fatto che la persona diventa consapevole in una misura quanto mai grande di ciò che deve fare da lì in avanti. Le nostre responsabilità verso noi stessi e verso gli altri sono viste ora con rinnovata chiarezza, e forse alcune di esse ci pesano e ci limitano. Ma al medesimo tempo possiamo provare un senso profondo di libertà interna risultante dalla presa di coscienza che non siamo più legati a vecchi obblighi, paure e restrizioni interiori. Questo sentimento di illimitata libertà interna è basato anche su una comprensione più chiara dei nostri veri bisogni, delle nostre capacità e potenzialità creative. Se siamo il tipo di persona che ha aspettato per tutta la giovinezza il momento in cui poter veramente trovare se stessa e iniziare a esprimere se stessa con sicurezza e marcata influenza, la nostra attesa è finita.

Se una persona affronta il primo ritorno di Saturno con grande coraggio e onestà, allora durante il secondo ciclo di 29 anni del pianeta sarà più conscia, più capace di iniziare l’azione senza essere inibita da paura o ansie, più capace di assumersi responsabilità per sé e per le proprie esperienze.
Se una persona si sintonizza positivamente col proprio vero destino come anima individuale durante questo periodo, può quindi vivere meglio il presente, con la maggiore pazienza raggiunta dall’essersi sottomessa alla propria legge interna con piena consapevolezza e accettazione.

Stephen Arroyo
Astrologia, karma, trasformazione – le dimensioni interiori della carta natale