Transiti di luce

Transiti di luce


Seconda parte

Durante i transiti nell’elemento Acqua tutto è ancora in profondo cambiamento quindi, in attesa dei prossimi passaggi di luce, diamo fiducia alle stelle, continuiamo a credere in noi stessi, riflettiamo e meditiamo il nostro passato, la nostra storia, diventiamo la causa consapevole di uno dei processi di trasformazione della mente più profondi che possano coinvolgere il nostro essere e che se ben interpretato può portare a breve risultati significativi e nuova luce nella vita.

www.vocedellestelle.com

Ricordiamo che:
“La vita priva di riflessione non è degna di essere vissuta.” Socrate

“Vivi la vita come la vita vive se stessa”. Lao Tsu

Transiti e karma. I transiti mostrano come le nostre energie (e il nostro karma) vengono liberate, non necessariamente mostrano ciò che è liberato. In altre parole, essi rivelano una qualità caratteristica di esperienza, sebbene non possiamo solitamente sapere in anticipo quale precisa esperienza sia indicata. I transiti scandiscono il tempo dell’orologio karmico, e ciascuno di essi attiva una corrente di energia (o onda di karma) in un certo modo. Essi variano a livello di velocità, qualità, intensità, profondità e forza con cui portano le cose alla consapevolezza. Durante ogni transito, possiamo piantare i semi del nuovo karma e raccogliere il karma attivato in precedenza. Nella maggior parte dei casi è impossibile sapere se stiamo semplicemente incontrando il karma proveniente dal passato oppure se stiamo creando nuovo karma che dovremo affrontare più avanti, o un miscuglio di ambedue. Pertanto dovremmo avvicinare tutte le esperienze presumendo di creare nuovo karma e dunque usando qualche grado di prudenza quando le situazioni sembrano richiederlo.
Come indicato dalla citazione di Donna Cunningham, gli eventi possono essere o il culmine di un processo o il catalizzatore che inizia un nuovo processo. I transiti di Saturno e di Plutone sono molto spesso tempi di raccolto, periodi in cui ci troviamo di fronte i risultati di azioni e pensieri passati. Infatti questa è la ragione per cui Saturno è stato definito nel corso del tempo “il pianeta del karma”, perchè i suoi transiti si riferiscono a eventi ovviamente voluti dal destino.
I transiti di Giove e Urano, d’altra parte, molto spesso si riferiscono a tempi di semina in cui ci vengono rivelati futuri sviluppi potenziali.

Astrologia, karma, trasformazione, le dimensioni interiori della carta natale
Stephen Arroyo