Transiti di luce

Transiti di luce


Prima parte

Il prossimo mese Giove uscirà dal segno del Cancro e concluderà il lungo, lento e paziente transito nell’elemento Acqua accompagnato da Saturno che continua invece il suo viaggio in Scorpione fino alla fine dell’anno.
L’elemento Acqua è coinvolto nelle trasformazioni profonde e nel karma sia individuale che collettivo, il lavoro ancora in atto di Giove e Saturno nel fluido elemento è lento, costante e mira a portare a galla i nodi radice, problematiche profonde che possono avere la loro origine anche in tempi molto lontani. Tutto è quindi in mutamento e molti dubbi cominceranno a sciogliersi come neve al sole quando questi pianeti avranno completato il loro ingresso nell’elemento Fuoco.

www.vocedellestelle.com

“Sebbene i mari siano minacciosi, sono pure misericordiosi e senza ragione io li ho maledetti.”

Shakespeare, La Tempesta

In merito a Saturno,
Come ha detto Grant Lewi in Astrology for the Millions:
“Ci sentiamo liberati, quando questo transito è passato, dalle molte restrizioni interne di una volta. Avremo ripulito la nostra natura nel legno secco e sgombrato i ponti per entrare in azione, azione che ora procede meno impedita da complessi interni e difficoltà personali. In breve avremo maturato – “abbandonato atteggiamenti infantili” – e saremo pronti a prendere il nostro posto nel mondo come adulti.
Il transito di Saturno sulla propria posizione è il punto più importante in cui il libero arbitrio opera nella vita, sciolto e libero da circostanze come non mai… Non saremo mai così liberi un’altra volta. Le scelte che facciamo sono nostre: facciamole con accortezza e saggezza, perchè qui il nostro libero arbitrio forgerà in un senso veramente reale il nostro destino per un lungo tempo a venire, se non addirittura per il resto della nostra vita.”

Astrologia, karma, trasformazione, le dimensioni interiori della carta natale
Stephen Arroyo

Relativamente a Giove possiamo immaginare che la sua presenza nel segno del Cancro può avere stimolato maggiormente attività introspettive come la meditazione, la contemplazione, la preghiera, lo yoga, la musica ma anche il silenzio. Il pianeta qui lavora nelle profondità dell’anima e aiuta la trasformazione dei nodi ancestrali e delle radici familiari, favorisce la trasformazione della coscienza e l’affinamento della sensibilità, la presa di coscienza delle cause di problematiche annose riguardanti non solo l’individuo ma anche l’ambiente in cui vive, inoltre sviluppa l’ottimismo necessario per sciogliere i conflitti interiori. La natura ha un ruolo fondamentale in questo contesto astrologico e ci aiuta ad entrare in contatto profondo con la nostra anima e col Sè Superiore.

www.vocedellestelle.com