I Quattro Elementi

I Quattro Elementi


Come detto innanzi, allo stesso modo in cui gli elementi sostengono il mondo, sono anche la commessura del corpo umano, e la loro estensione e i loro compiti sono ripartiti in modo che il corpo nei sia sorretto, così come sono diffusi e operano nel mondo. Il fuoco, invero l’aria, l’acqua e la terra sono nell’uomo, ed egli vi si regge sopra. Infatti, dal fuoco riceve il calore, dall’aria il respiro, dall’acqua il sangue e dalla terra la carne, così come dal fuoco ottiene la vista, dall’aria l’udito, dall’acqua il movimento e dalla terra l’incedere. E il mondo prospera, se gli elementi adempiono bene e ordinatamente ai loro compiti, e cioè quando il calore, la rugiada e la pioggia, uno alla volta e con moderazione, a tempo debito, si separano e scendono a temperare la terra, portando frutti, buoni raccolti e salute. Se cadessero sulla terra contemporaneamente e d’improvviso, la terra si squarcerebbe e inghiottirebbe i suoi frutti e la salute dei viventi. Quando gli elementi operano ordinatamente nell’uomo, lo sostentano e lo rendono sano; mentre quando sono in disaccordo, lo fanno ammalare e lo uccidono. Infatti, le coaugulazioni degli umori che insorgono o si trovano nell’uomo a causa del calore, dell’umidità, del sangue e della carne, se operano in armonia e col giusto equilibrio, saranno sane; ma, se invece, toccano l’uomo tutte insieme e smodatamente, riversandosi in eccesso su di lui, lo renderanno debole…
… Infatti il calore, l’umidità, il sangue e la carne, a causa della trasgressione di Adamo, sono stati trasformati, nell’uomo, in flegmi contrapposti.

Ildegarda di Bingen
Causa e cure delle infermità