Simbologia di Marte

Simbologia di Marte


Il pianeta che domina il segno dell’Ariete è il simbolo dell’energia vitale e del contatto aggressivo con il mondo esterno. Prendendo il nome dell’antico dio della guerra, Marte è ben presto comparso associato al primo segno dello Zodiaco già nell’VIII secolo avanti Cristo e fu considerato apportatore di rovinosi eventi oppure temibili sorprese causate dalla impulsività.
La mitologia di Marte nasce come espressione della virilità guerriera, spada e sangue, ma nel corso dei secoli le attribuzioni meramente bellicose e retoriche date a questo simbolo si sono spostate sempre più sul piano strettamente psicologico individuale come attribuzione all’individuo di specifiche qualità aggressive.
Il geroglifo di Marte è un cerchio sormontato da una freccia che parte, inclinata, verso destra di chi guarda il simbolo. L’interpretazione più corrente dell’ideogramma è quella dell’energia aggressiva che si distacca dal mondo soggettivo umano e parte verso un bersaglio lontano. In un certo senso è la rappresentazione cinematica di un moto centrifugo, dove la freccia vettore indica lo spostamento tangenziale dell’energia che si distacca dal movimento rotatorio obbligato per scegliere un altro percorso; è anche da considerare il senso esoterico del concetto geometrico del simbolo: il cerchio è la terra, la gravitazione immanente in senso esistenziale; la freccia è il salto qualitativo, la via trascendente, l’allontanamento dalla fisicità. Questo concetto è abbastanza suggestivo e ci sembra opportuno prenderlo in considerazione anche sul piano di una simbologia psicodinamica. Ma, intendiamoci, cerchio e freccia costituiscono un insieme inscindibile come processo e non certo intendiamo la vecchia dicotomia tra “terra” e “cielo”, fra immanenza e trascendenza e metafisica. Termini superati in un certo senso, ma diciamo che nel simbolo di Marte è espressa la dinamica, la tensione libidica, energetica dell’uomo: appunto, dal finito all’infinito, dalla “carne” allo “spirito”, dall’ambiente immediato agli spazi incommensurabili, dalla materia, all’anima, come un viaggio o una perenne manifestazione di tendenza; dal cerchio alla freccia sino all’invisibile bersaglio; tutto rimane avvinto al cerchio e tutto se ne allontana e vi ritorna.

Roberto Sicuteri
Astrologia e Mito, Simboli e miti dello Zodiaco nella Psicologia del Profondo

Marte in Bilancia occupa il settimo settore dello zodiaco e qui assume connotazioni simboliche diverse, rispetto al segno dell’Ariete si richiede una capacità di mediazione e controllo dell’impulso primigenio di energia.