Astrologia

Astrologia

Sincretismo, 14 Luglio 2015
L’astrologia non è una disciplina “esatta” e i suoi campi di indagine abbracciano un sapere che intesse una trama molto sottile con la filosofia, la psicologia del profondo, la mitologia, l’antroposofia, l’antropologia, la tradizione, la spiritualità, l’esoterismo, l’occultismo, le arti liberali, l’agricoltura, il benessere. Essa si sviluppa in un sistema molto profondo impiegato per spiegare i differenti piani della “realtà”: questo si chiama Sincretismo, una organizzazione del pensiero, della conoscenza e della cultura astrologica in continua e incessante evoluzione, l’unico sistema possibile per l’astrologia. Il rapporto tra astrologia e filosofia non prevede un unico sistema filosofico quale strumento per risolvere la questione astrologica e promuovere l’autocoscienza. Il sistema astrologico potrebbe rappresentare un mezzo per aiutare l’uomo a superare le tre crisi del pensiero filosofico, scientifico e spirituale e mette in rilievo la sacralità della creazione. Il XX secolo è testimone di queste tre crisi.
Il testo astrologico è in rapporto sincronico con i sistemi dell’astrologia cinese, indiana, tibetana, araba, egizia, azteca e mesoamericana e via dicendo. In nessun modo è possibile arrivare alle origini dell’interpretazione dei miti e dei simboli; essi sono l’epifania di un mistero e come tali vanno vissuti, esperiti e descritti. E’ quindi necessario che l’astrologia, come fabula – cioè come retorica cognitiva e non come scienza – e come linguaggio della luce faccia parte di un grande sistema che concorre alla co-creazione di un nuovo piano di coscienza. La suddivisione della Carta del Cielo in 360 parti sincretizza il Calendario Lunare che scandisce un ciclo completo dell’evoluzione della coscienza.

Lara Maria Sole
www.vocedellestelle.com