La quarta Casa e il sego del Cancro

La quarta Casa e il segno del Cancro

Le case d’Acqua sono la quarta (IV), l’ottava (VIII) e la dodicesima (XII) e sono in analogia con Cancro, Scorpione e Pesci. Le cosiddette case d’Acqua sono state chiamate “trinità dell’anima” o “trinità psichica”, e insieme costituiscono un altro grande fattore al karma personale. Sebbene solo la dodicesima casa sia stata chiamata la casa delle “tendenze” karmiche nell’astrologia tradizionale, tutto il karma è una tendenza che ci lega al piano materiale e a un livello limitato di coscienza. E tutte le case d’Acqua si riferiscono al passato, a risposte condizionate che ora sono istintuali e che operano attraverso le emozioni, e dunque il karma. A un certo livello, queste case riguardano i desideri più profondi dell’anima, desideri che a causa della loro stessa natura sono almeno parzialmente inconsci. Il ciclo della case d’Acqua mostra il processo relativo all’acquisizione di coscienza attraverso l’assimilazione dell’essenza del passato e la liberazione dei residui che hanno esaurito la loro utilità. Il livello emotivo e i livelli comportamentali ormai svuotati sul piano emotivo devono essere purificati prima che l’anima possa esprimersi chiaramente. Molta della loro energia vitale opera a un livello subliminale; molta della loro motivazione basilare è influenzata da sfumature irrazionali, inspiegabili e spesso sconcertanti. Tutte queste cose, pertanto, sono in relazione col bisogno di conseguire pace e libertà dal passato a livello emotivo. I pianeti in case d’Acqua mostrano cosa sta succedendo a livelli sottili o subconsci. Finchè rimaniamo inconsapevoli di questi aspetti della nostra natura, l’energia e le funzioni psichiche rappresentate dai pianeti in case d’Acqua rimangono inutilizzabili per un orientamento conscio e un uso creativo. Tuttavia quando queste parti di noi sono rese consce, possono diventare vitali e piene di grande forza. Lo scioglimento del sé, il caos, la perdita di sé o la totale dissoluzione della personalità conscia dell’io vissuta da una persona che ha grande enfasi nelle case d’Acqua può aprire la persona stessa a una maggiore comprensione e illuminazione spirituale.
In particolare la quarta casa ci svela il condizionamento che ci lega alla famiglia, alla casa, al senso di intimità e di tranquillità domestica in questa vita e ad altri fattori relativi alla sicurezza. E’ associata all’assimilazione della nostra esperienza nell’infanzia ed alla comprensione di specifici legami karmici con i genitori o con altri individui che hanno avuto un forte impatto sulla nostra educazione. La quarta casa inoltre rappresenta il desiderio di un ambiente gradevole in cui la persona può sentirsi protetta e nutrita; e coloro che hanno questa casa accentuata non solo tendono a sentire essi stessi il bisogno di tale ambiente, ma tendono anche ad assumere un comportamento protettivo ed educativo verso gli altri. Si noti tuttavia che certi pianeti nella quarta casa – specialmente Urano e Marte – diminuiscono l’opportunità che questa persona esprima tranquillità in questa zona della vita! La pace che queste persone bramano è spesso cercata in uno stile di vita molto privato e o attraverso l’allontanamento dell’inquietudine emotiva dei rapporti genitoriali, sia per mezzo della distanza fisica sia per mezzo di una più sottile elaborazione dei sentimenti relativi ai propri genitori su un piano interno.


Astrologia, karma, trasformazione
Stephen Arroyo