Nettuno il pianeta blu

Nettuno il pianeta blu


Prima parte.

Sotto la categoria di “interaspetti dinamici” di questa sezione, ci riferiamo primariamente al quadrato ed all’opposizione, dato che questi sono gli angoli che manifestano settori più problematici nei confronti di carte.
Con i quadrati o le opposizioni – come ad esempio l’opposizione relativa al transito di questo periodo determinata da Marte che viaggia in Vergine – più spesso emerge un modello interamente diverso da quello rappresentato dalle congiunzioni e dagli aspetti armonici. Gli interaspetti di quadrato e di opposizione di Nettuno sono vissuti il più delle volte da parte della persona-Nettuno come bisogno di sfuggire all’influenza dell’altra persona nel modo indicato (rivelato specificamente dal pianeta personale coinvolto con Nettuno). C’è solitamente una potente ondata di confusione e di disorientamento ogni qualvolta la persona-Nettuno è confrontata dal modo provocatorio di espressione dell’altra persona. L’unica maniera con cui la persona-Nettuno è capace di funzionare chiaramente e attentamente è quando riesce a sottrarsi all’influenza di quell’energia.
Per esempio una volta lavoravo con una curatrice editoriale il cui Mercurio è strettamente quadrato al mio Nettuno natale. Questa donna è un’ottima redattrice, e siamo sempre andati d’accordo nei nostri sforzi comuni di lavoro. Tuttavia, una volta abbiamo provato a riguardare insieme alcuni capitoli particolari, dopo che essa aveva già letto l’argomento e scritto alcune note. L’idea era che mi avrebbe mostrato le varie sezioni che pensava avessero bisogno di essere cambiate, io le avrei riguardate e insieme avremmo poi deciso le correzioni, la nuova fraseologia e così via. Tuttavia lavorando così vicino a lei, trovai che il suo Mercurio attivava intensamente il mio Nettuno; e, mentre mi mostrava le varie sezioni dell’argomento, io tendevo a perdere ogni concentrazione e a spaziare in uno stato di assoluta confusione. Il tentativo di comporre il libro in questa maniera divenne infine così frustrante e dispersivo che dovemmo smettere. Ma mentre cercavamo di mettere insieme il materiale, trovai che dovevo stare almeno tre metri distante da lei, per uscire dall’influenza del suo campo magnetico, prima di potermi concentrare sufficientemente sul materiale a disposizione. Una volta fuori dal raggio della sua aurea, potevo di nuovo concentrarmi e pensare chiaramente. Quindi, con Mercurio quadrato a Nettuno, il mio Nettuno era attivato nel modo indicato sopra; ma anche l’espressione del suo Mercurio era frustrata perchè io non potevo capire cosa diceva, e lei cominciava a diventare estremamente nervosa e irritabile ogni qual volta riuscivamo a lavorare su un libro.

Astrologia karma trasformazione
Stephen Arroyo