La Costellazione di Ophiuchus

La Costellazione di Ophiuchus

Ophiuchus, 14 Luglio 2015
Il mito di Ophiuchus è simboleggiato da un uomo che tiene il Serpente, la Costellazione di Ophiuchus è posta tra lo Scorpione e il Sagittario ed in alcune raffigurazioni l’uomo che la rappresenta ha un piede sopra il segno dello Scorpione. Il fenomeno della precessione degli equinozi spiega la visione celeste di questa antica Costellazione già nota ai tempi di Tolomeo.
Ophiuchus rappresenta anche Asclepio, il dio della medicina, Esculapio per i Latini, figlio di Apollo che dopo avere scoperto un’erba portata da un serpente, acquistò incredibili doti di guaritore diventando in questo modo il più grande medico dell’antichità, viene anche ricordato come il primo medico della storia. E’ quanto narrato dalla mitologia greca.
In tutte le culture il serpente fin dai tempi antichi è sempre stato considerato un simbolo di trasformazione data la sua la capacità di mutare la pelle e nei suoi diversi stadi evolutivi è stato associato al benessere fisico, spirituale ed anche alla possibilità di illuminare il chakra corona, il loto dai mille petali, posto nell’uomo, sulla sommità della testa. Non a caso la capacità trasformativa, di auto guarigione e rinnovamento sono presenti anche nel segno dello Scorpione.
Il serpente è infatti anche il simbolo della Shakti-Kundalini, l’energia cosmica normalmente avvolta a spirale e posta alla base della colonna vertebrale che si sviluppa lungo Sushumna, il canale centrale di energia, la nadi principale. Quando l’energia riposa alla base della colonna, all’altezza del coccige, sta a rappresentare le forze dell’inconscio, forze occulte e ignote che potrebbero indicare una zona oscura della mente. Questo serpente simbolico in seguito a specifiche pratiche spirituali può svolgersi, risalire lungo la colonna e raggiungere la testa.
Il bastone di Asclepio è stato messo in analogia col Caduceo di Hermes, Mercurio (pianeta della piccola trasformazione), il bastone intorno al quale si avvolgono due serpenti, famoso simbolo della medicina utilizzato per rappresentare la moderna farmacopea. Il serpente che compare sopra il copricapo dei Faraoni dell’antico Egitto rappresenta il risveglio di Kundalini e l’apertura del Terzo Occhio, Ajna Chakra, l’occhio di Horus.
Ophiuchus ci propone un serpente parzialmente raffigurato in orizzontale, sollevato da terra e con la parte della testa che tende a salire verso l’alto imitando il movimento della Kundalini e dei serpenti del Caduceo. Questi ultimi potrebbero a loro volta rappresentare i due canali di energia (canale solare maschile e canale lunare femminile) posti a destra e a sinistra del canale centrale, canale rappresentato internamente alla colonna vertebrale. L’uomo tiene questo serpente in due punti quindi può controllare la sua energia, il rettile nella raffigurazione sembra formare una U, come se il tentativo dell’uomo che lo tiene per le mani sia quello di aprire il cerchio dell’Uroboro, il famoso simbolo del serpente che si morde la coda e si ricrea in continuazione, simbolo che ben rappresenta la natura ciclica dell’universo.

L’Ophiuchus potrebbe anche evolvere in una forma di consapevolezza delle forze inconsce e nella possibilità di trasformarle in qualcosa di positivo per la vita. Ophiuchus potrebbe rappresentare il tentativo di illuminare le tenebre dell’ego con la luce del Sé Superiore.
Interessante notare che la parte meridionale della costellazione di Ophiuchus sembra rivolta verso la Via Lattea, in direzione del centro della Galassia, centro segnalato come una potentissima sorgente di energia vitale.
In astrologia Ophiuchus conferisce fiducia in se stessi e favorisce la trasformazione delle emozioni distoniche, stagnanti e dei pensieri distruttivi. Quando l’ombra sembra più forte della luce in Ophiuchus prevale la speranza e così accade nel mondo. Ophiuchus sembra associato alla volontà di controllare gli istinti e alla ricerca della vittoria, il riconoscimento della natura cosmica dell’Io, un successo non solo possibile ma testimoniato dal piede del Serpentario sopra il segno dello Scorpione.
In Ophiuchus la conoscenza prevale sull’ignoranza.

www.vocedellestelle.com
Lara Maria Sole