Galateo

Galateo

Il segno della Bilancia inaugura la stagione dell’Autunno e ci parla di società, buone maniere e senso della misura, equità ed equilibrio, buona educazione, bon ton e galateo. La ricerca dell’armonia è fortemente sentita e ci fa stare bene, solitamente è applicata alla tavola, al matrimonio, alla moda. Coloro che hanno in programma un colloquio di lavoro fanno bene a curare l’impostazione professionale del curriculum vitae e della lettera di presentazione che potrebbe seguire le linee guida più attuali previste dal formato europeo. Il saluto formale non prevede dire “piacere” quando ci presentiamo e veniamo presentati a qualcuno. Evitare di mettere foulard o fazzoletto sul taschino della giacca coordinato alla cravatta! Durante il giorno il vero signore usa indossare una camicia a righe, o in tinta unita chiara, quella bianca si indossa solo dopo il tramonto. I calzini ricalcano il colore della cravatta e dell’abito indossato, le scarpe si usano con i lacci. La vera signora indossa le calze velatissime anche in estate. Il cappello si usa solo di giorno. Mai usare lo stuzzicadenti in presenza di altri; in segno di galanteria al ristorante il primo a varcare la soglia deve essere sempre l’uomo, all’uscita invece “prima le signore”! Per trovare le radici più antiche di questo comportamento bisogna risalire ai tempi dei nobili Cavalieri che erano soliti esplorare l’ambiente prima di farvi accedere una donna. In occasione di una cena o un dopocena mai fare le ore piccole. In occasione di una cena privata a tavola i piatti da portata devono essere serviti da sinistra iniziando dalla persona seduta alla destra della padrona di casa, da notare che l’ospite più anziano e di maggior riguardo dovrà sedere alla destra della padrona di casa ed il secondo ospite d’onore alla sua sinistra mentre il padrone di casa avrà a destra l’invitata di maggior riguardo e a sinistra la seconda. Un bel centrotavola sembra molto azzeccato per avere successo con gli ospiti e dimostrare il senso di accoglienza. Mai sedersi a tavola prima della padrona di casa, mai tenere il cellulare acceso, non appoggiare i gomiti sul tavolo, non giocare con bicchieri o posate! Non fare le palline di pane, evitare di chiedere pane o stuzzicadenti, mai iniziare a mangiare prima della padrona di casa, non mescolare vino e acqua, non bere prima di aver pulito la bocca col tovagliolo, non bere facendo rumore, non fare rumore con le posate tra i denti, non fare bocconi troppo grandi e mangiare con ingordigia, non masticare con la bocca aperta o fare rumore, evitare di fare la scarpetta o usare gli stuzzicadenti! Dulcis in fundo a tavola mai dire “Buon Appetito”! Gestire con intelligenza il tempo e lo spazio per la pausa sigaretta in modo tale da non arrecare disturbo a bambini e non fumatori. Quando si passeggia sotto la pioggia è l’uomo che è chiamato a tenere l’ombrello accompagnando la dolce metà o, se è il caso, l’amica. Mai fare regali anonimi; mai dire salute quando una persona vicina a noi starnutisce, mai scrivere o pronunciare prima il cognome e poi il nome, Aldo Bianchi sarà sempre Aldo Bianchi e mai Bianchi Aldo! La stagione della Bilancia indica buoni accordi dunque la stretta di mano non dovrà essere nè troppo debole, a mo’ di mano morta, né troppo forte o a effetto “tenaglia”! La via di mezzo, un saluto deciso e al tempo stesso rassicurante è molto gradita. In ambiente professionale evitare di prestare ascolto ai pettegolezzi. Il galateo del matrimonio si sposa ottimamente con la stagione della Bilancia.